EVENTO
Firenze, seminario di aggiornamento "PROTEZIONE ATTIVA"
fonte: 
Vigili del Fuoco
area: 
Prevenzione incendi
Firenze, seminario di aggiornamento PROTEZIONE ATTIVA Negli ultimi anni la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica (DCPST) ha promosso, attraverso appositi seminari, un percorso di aggiornamento su tematiche di prevenzione incendi rivolto ai funzionari del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in servizio presso i Comandi Provinciali e le Direzioni Regionali.


Avviati nel corso del 2009 e sulla scia dei Decreti che hanno riguardato la reazione e la resistenza al fuoco (DM 10 marzo 2005, DM 15 marzo 2005, DM 9 marzo 2007 e DM 16 febbraio 2007), i predetti seminari hanno inizialmente affrontato la tematica della Protezione Passiva. Nel corso del 2011 e del 2012, anche in considerazione delle numerose norme europee che oggi interessano il settore dei prodotti e impianti di protezione antincendio, la predetta tematica è stata affiancata a quella della Protezione Attiva.

I dettagli del Seminario

Il Seminario, che si terrà il 23 ottobre, nell' Auditorium della Prefettura di Firenze, oltre ad affrontare gli argomenti salienti relativi alle recenti norme e regolamenti europei sui prodotti da costruzione con specifico riferimento alla protezione passiva (v. eurocodici strutturali), darà spazio rilevante ad alcune importanti norme (o progetti di norme) europee che interessano la protezione attiva. Il seminario proporrà, infine, alcuni spunti di riflessione sull'aspetto certificativo nell'ambito dei procedimenti di P.I., alla luce del nuovo DPR 151/2011 che ha oggi introdotto la Segnalazione Certificata di inizio Attività (SCIA), anche tenendo conto del passaggio dalla Direttiva CPD al nuovo Regolamento CPR sui prodotti da costruzione nell'Unione Europea.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: