Decisione di esecuzione della Commissione n.142/2018, del 15/01/2018
Decisione di esecuzione (UE) 2018/142 della Commissione, del 15 gennaio 2018, che modifica la decisione di esecuzione 2014/762/UE recante modalità d'esecuzione della decisione n. 1313/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio su un meccanismo unionale di protezione civile
G.U.U.E. del 30/01/2018, n.L 25/40

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea,

vista la decisione n. 1313/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, su un meccanismo unionale di protezione civile (1), in particolare l'articolo 32, paragrafo 1,

considerando quanto segue:

(1)la decisione di esecuzione 2014/762/UE della Commissione (2) definisce gli obiettivi di capacità, i requisiti di qualità e interoperabilità e la procedura di certificazione e registrazione del dispositivo europeo di risposta emergenziale (EERC), nonché i requisiti generali per i moduli di protezione civile.

(2)La grave carenza di squadre mediche di emergenza e di altre squadre di intervento in campo sanitario riscontrata durante la crisi dell'Ebola nell'Africa occidentale ha portato all'istituzione del concetto di «corpo medico europeo», cioè la parte dell'EERC che può essere mobilitata per operazioni di risposta in caso di apparizione di focolai di malattia e di emergenze con conseguenze per la salute. L'obiettivo è rafforzare la capacità dell'Unione considerata nel suo complesso di rispondere all'apparizione di focolai di malattia e alle emergenze con conseguenze per la salute che non possono essere affrontate utilizzando solo i mezzi dei paesi colpiti, all'interno e all'esterno dell'Unione.

(3)I requisiti per i moduli di protezione civile devono tener conto dei processi internazionali riconosciuti, come l'iniziativa dell'Organizzazione mondiale della sanità volta a classificare le squadre mediche di emergenza e le linee guida dell'INSARAG (Gruppo consultivo internazionale specializzato nella ricerca e salvataggio).

(4)A norma della decisione di esecuzione 2014/762/UE, la Commissione, in collaborazione con gli Stati membri, valuta almeno ogni due anni l'idoneità degli obiettivi di capacità, di qualità e di interoperabilità, nonché la procedura di certificazione e registrazione delle risorse nell'EERC, che rivede se necessario. La procedura di certificazione delle risorse dovrebbe essere adeguata per tener conto dell'esperienza acquisita nel periodo iniziale.

(5)
La decisione di esecuzione 2014/762/UE dovrebbe pertanto essere modificata di conseguenza,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

La decisione di esecuzione 2014/762/UE è così modificata:

1)all'articolo 2 è aggiunto il seguente punto 6:

«6) "corpo medico europeo": la parte dell'EERC disponibile per le operazioni di risposta nell'ambito del meccanismo unionale in caso di emergenze sanitarie gravi.»;

2)all'articolo 16, il paragrafo 8 è sostituito dal seguente:

«8. Se viene riproposto di registrare nell'EERC il modulo, la squadra di supporto e assistenza tecnica, l'altro mezzo di risposta o l'esperto, la certificazione va rivalutata al più tardi entro cinque anni.»;

3)l'allegato II è modificato conformemente all'allegato I della presente decisione;

4)l'allegato III è sostituito dal testo dell'allegato II della presente decisione;

5)l'allegato V è modificato conformemente all'allegato III della presente decisione.

Articolo 2

Gli Stati membri sono destinatari della presente decisione.

Fatto a Bruxelles, il 15 gennaio 2018

Per la Commissione

Christos STYLIANIDES

Membro della Commissione

Note:
(1) GU L 347 del 20.12.2013, pag. 924.

(2) Decisione di esecuzione 2014/762/UE della Commissione, del 16 ottobre 2014, recante modalità d'esecuzione della decisione n. 1313/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio su un meccanismo unionale di protezione civile e che abroga le decisioni 2004/277/CE, Euratom e 2007/606/CE, Euratom (GU L 320 del 6.11.2014, pag. 1).

ALLEGATI

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: