Mese del software Progetto Sicurezza Lavoro
SCADENZE
Diagnosi energetiche e adozione Sistemi energia: al via il bando MISE
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Edilizia
Diagnosi energetiche e adozione Sistemi energia: al via il bando MISE La scadenza del Bando Mise-MinAmb è fissata al 30 giugno 2015: il cofinanziamento è stabilito nel limite di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2014 al 2020



Il MISE ha riportato sul proprio sito, un Avviso pubblico congiunto col Ministero dell'ambiente , per il cofinanziamento di programmi presentati dalle Regioni e finalizzati a sostenere la realizzazione di diagnosi energetiche nelle piccole e medie imprese (PMI) o l'adozione, nelle stesse, di sistemi di gestione dell'energia conformi alle norme ISO 50001, ai sensi dell'art. 8, comma 9 del decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102.

Fasi e scadenze del Bando
La scadenza del Bando, per presentare i programmi è fissata al 30 giugno 2015. Le Regioni e le Province autonome potranno avviare i programmi di sostegno anche prima della data di pubblicazione dell'Avviso purché in corso di realizzazione e conformi alle disposizioni di quest'ultimo.
Entro il 15 settembre il MISE col supporto di ENEA valuterà i programmi presentati e laddove non sussistano motivi ostativi, stipula apposita convenzione con la Regione o la Provincia autonoma interessata all'attuazione del programma stesso e ne informerà il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Soggetti interessati e fondi disponibili
L'avviso pubblico è stato annunciato anche da un Comunicato del MISE pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.118 del 23-5-2015, la stessa dove è stato pubblicato il Decreto 12 maggio 2014 sugli Schemi di certificazione ed accreditamento degli esperti in gestione dell'energia e sistemi di gestione dell'energia in conformità alle norme tecniche in materia di "esco".
Il bando è previsto espressamente dal D.Lgs. 102/2014, di attuazione della direttiva 2012/27/UE sull'efficienza energetica, all'articolo 8 comma 9 in regime di Cofinanziamento. L'articolo 8, comma 10 , dispone che all'attuazione delle attività previste dal Bando si provvede, nel limite massimo di 15 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2014 al 2020, a valere sulla quota spettante al Ministero dello sviluppo economico dei proventi annui delle aste delle quote di emissione di CO2 di cui all'articolo 19 del decreto legislativo 13 marzo 2013, n. 30, destinati ai progetti energetico ambientali, con le modalità e nei limiti di cui ai commi 3 e 6 dello stesso articolo 19, previa verifica dell'entità dei proventi disponibili annualmente.
Le risorse allocate per l'anno 2014 sono assegnate secondo un riparto in maniera proporzionale al numero di PMI presenti a livello regionale.

FORMAZIONE:
L'Istituto Informa organizza a Roma dal 12 al 28 ottobre il Corso:
Esperto in Gestione dell'Energia - Conforme alla norma UNI 11339

Il corso, a seguito del superamento di un esame, consente di acquisire la Certificazione della figura professionale di "Esperto in Gestione dell'Energia".
Al termine del percorso e al raggiungimento di un numero minimo di candidati, Informa potrà ospitare, in data 29 ottobre 2015, la sessione d'esame ai fini della Certificazione di "Esperto in Gestione dell'Energia" secondo il Regolamento KIWA CERMET Italia per la certificazione del personale.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.sviluppoeconomico.gov.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: